L'azienda Barbiselle nasce con il suo capostipite Lodovico Quaini che inizia líattività nel 1910. Lodovico Quaini e suo figlio Paolo iniziano líattivitý di allevamento di cavalli trottatori nel 1940. All'epoca, Paolo Quaini ventenne seguiva il padre negli acquisti di fattrici e di stalloni; si ricordano i primi soggetti: Xante, un cavallo grigio, e Desgrave che, dopo una fulgida carriera di corsa, veniva portato alla monta a Porta Venezia a Cremona.

 



Paolo Quaini, medico ginecologo a Torino, inizia a dedicarsi alle corse gentleman allíIppodromo di Vinovo correndo con tanti cavalli tra cui: Dorlisca, Loingrin, Ultimo, Oliveira, Oxford e tanti altri e aggiudicandosi il Campionato Gentleman a Cagne sur Mer nel 1964 con Intrigante. La passione di Quaini per i cavalli lo porta ad incontrare in quegli anni un grande manager dellíippica che diventerý in seguito anche un fraterno amico: Vincenzo Gasparetto, con il quale importeranno, nel corso degli anni '60 sotto il nome di Allevamento San Damiano, alcuni fra i migliori Trottatori classici americani. Il primo a giungere in Italia con il suo scopritore è Lansing Hanover (il primo suo cavallo da gran premio, vincitore della Cittý di Trieste, del Premio Roma, del Cittý di Padova e dellíOuberon a Cagne sur Mer ora denominato Vitesse, ma soprattutto secondo nel Lotteria, nel Costa Azzurra e nel Gran Premio della Fiera). Segue, Brogue Hanover grande vincitore in Italia e Francia con la fantastica guida di Walter Baroncini. E poi, Some Fire, che va a segno nel Gran Premio delle Nazioni e nellíInverno, nonché MurrayMir e Brokerís Choice. Questi grandi cavalli che hanno contribuito a costruire la storia dellíippica Italiana e mondiale sono stati guidati da driver famosi quali Vittorio Guzzinati, Sergio Brighenti, ormai deceduto, e Anselmo Fontanesi denominato il Morino. Nel 1990 Herschel Walker, giunto dagli Stati Uniti, dý ancora soddisfazioni in corsa guidato da Hakan Wallner, Vittorio Guzzinati, Wim Pal e Marcello Mazzarini per poi diventare razzatore a Barbiselle insieme ad altri grandissimi campioni quali Friendly Face, Campo Ass e l'ultimo arrivato dot Canada Berndt Hanover grande promessa per l'allevamento da tratto italiano ad europeo. Ora, Paolo Quaini, dedica ancora il suo tempo allíallevamento da trotto, sua grande passione da sempre, migliorando e rinnovando il parco fattrici per presentare sempre prodotti vincenti.





Barbiselle non è conosciuta solamente per le vittorie nellí ippica, ma anche per aver contribuito a costruire la storia della selezione genetica della razza Frisona italiana. Negli anni ë70 Paolo Quaini acquista dallíIng. Pierfrancesco Talenti líAzienda SALONE, a Roma, dove trova le grandi vacche americane provenienti dalla storica Paclamar Farm; per ricordarne alcune: Paclamar Snowshoes VG88 figlia di Snowboots, Paclamar Ivanhoe Slippers Ex.90, GreenBanks Admiral Mooie Ex95, e tante altre, fondatrici dellíazienda divenuta famosa per le innumerevoli vittorie alle Mostre di settore e per le annuali aste che distribuivano animali in alta selezione in tutta Italia. Il patrimonio genetico della Paclamar e di Salone vive oggi a Barbiselle, dove, nel corso degli anni, Ë stato inserito un nucleo di manze provenienti da Salone unitamente a embrioni provenienti dagli Stati Uniti e dal Canada. Le linee genetiche dellíazienda, incrementate dallí utilizzo di tori Italiani ed esteri, danno a Barbiselle la possibilitý di esaltare i parametri produttivi del latte, nonchË di fornire materiale genetico per gli allevatori e per i Centri di F.A.